Il Governo dia seguito ai decreti attuativi della Legge n. 81/2020 che riconosce emicrania e cefalea croniche

18 Maggio 2021
Sanità e Sociale

La Regione Veneto dimostri attenzione nei confronti di tutti questi cittadini.

Fare pressione sul Governo è un primo passo, ma ancora più importante è intervenire con azioni concrete. Per questo motivo, ho presentato una mozione per impegnare la Regione nell’attuazione di un percorso dedicato a medici di base, pediatri e farmacisti, al fine di costruire una rete territoriale strutturata ed efficace a sostegno dei malati cefalalgici.

Persone che spesso si arrendono rimanendo in balia di antidolorifici e cure ‘fai da te’. Questo, molto spesso a causa delle scarse informazioni non solo sui percorsi medici farmacologici migliori, ma anche sulle buone pratiche alternative utili alla gestione di un dolore che limita enormemente i malati cronici nella vita quotidiana.

Una rete territoriale cosciente delle conseguenze e delle opportunità di cura dei malati cefalalgici consente di ottenere un risultato non soltanto di natura sanitaria, ma anche sociale.

Perché nel momento in cui si riesce a non cronicizzare queste patologie o a recuperare un paziente cronico, il beneficio che ne consegue sarà a favore di tutta la collettività, anche in termini di sostenibilità sanitaria.

Vanno potenziate ricerca e cure ma i cittadini necessitano anche di un sostegno da parte delle istituzioni, per non affrontare in solitudine la condizione in cui vivono.

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter:
Acconsento al trattamento dei dati personali secondo la normativa sulla Privacy per finalità di carattere informativo. Leggi l'informativa

c/o Consiglio Regionale del Veneto

Palazzo Ferro Fini - San Marco,
2778 - 30124 Venezia

CRISTINAGUARDA
Consigliere Regione Veneto

scrivimi@cristinaguarda.it

Seguimi su:

X