UNESCO – Colline del Prosecco: no a deleghe in bianco, basta soldi ai soliti

28 marzo 2018
Agricoltura

I soldi per la candidatura Unesco non bastano mai: assurdo inserirla tra i Grandi Eventi da finanziare per il 2018.

 

Pur di dare altri soldi per la candidatura Unesco delle Colline del Prosecco, la Regione ha deciso di inserirla tra i Grandi Eventi, una scelta senza capo né coda. In ogni caso la delibera proposta dall’assessore Corazzari è stata rimandata indietro alla Giunta perché non è specificato il contributo economico destinato a ogni manifestazione, come invece prescritto dalla legge”. Così abbiamo dato parere negativo, in Terza commissione di cui il consigliere Azzalin è vicepresidente, alla Dgr 20 del 13 marzo.

La Giunta chiedeva in pratica di firmare una delega in bianco senza specifica sulle risorse assegnate ai singoli progetti, una scelta discutibile e irrispettosa, le cui finalità ci sono oscure. O forse no. Non vorremmo che fosse un modo per assegnare risorse in maniera del tutto discrezionale.

La legge regionale 23/2016, a proposito di promozione, parla in maniera esplicita di eventi e manifestazioni: è evidente che la candidatura Unesco non c’entra assolutamente niente. Ci chiediamo come mai si vogliano dare ulteriori soldi, dopo che tra Regione e Consorzi, sono già stati spesi più di 500 mila euro. La fase istruttoria è già chiusa al termine di dieci anni di studi e il parere lo avremo a giugno: cosa c’è ancora da pagare?

Prevedere altre risorse, affogandole in un provvedimento che non c’entra niente è l’ulteriore conferma di come su questa candidatura non ci sia la necessaria informazione e trasparenza su quanto sia costata. Fa riflettere però che in occasione della candidatura del Delta a Riserva di biosfera Mab-Unesco la Regione non ha tirato fuori un euro, i fondi a sostegno sono arrivati esclusivamente da privati. L’assessore Corazzari ha davvero un modo originale per difendere e promuovere la propria provincia.

Questa delibera va comunque votata prima possibile per dare i fondi a chi si sta già impegnando e non può essere penalizzato da inadempienze della Giunta. Vogliamo arrivare a una rapida approvazione, ma dobbiamo avere tutta la documentazione prevista, in modo da assicurare una corretta ripartizione, che rispetti ogni passaggio legislativo.

Comunicato stampa congiunto Azzalin, Sinigaglia, Zottis (PD) e Guarda (AMP)

CONDIVIDI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *